Alma SPINA – Un inedito

Sarebbe oltremodo osceno
se tu ora bussassi alla mia porta
e dicessi: – spogliami, sono un cane
abbandonato dai rifiuti – se mi dicessi
ancora – cara, spalancami le ossa
di cerva e scarpina piano il Monviso
fino al ventre. Sarebbe così osceno
se bestia mi parlassi del Gange
(scorre duemilacinquecentodieci
chilometri in lunghezza verticale
dalle tue gambe ossute magre)
scale saliranno alzate – ma ora taci
e oltraggiami la mente di parole
e dissetami sfamami guardami
e certamente tracotante e oltremodo
insolente ancora sarebbe se ti dicessi
svelami e levami il peso di sopra
e fammi megera fammi cerbiatta
fatti vecchio conoscitore di arti
di corpi di steli di grano di sorti
fammi odorare i morti dammi
i tuoi bianchi abiti sporchi
da lavare – dammeli! e poi
inchinami al tuo altare di lecci
veniamo di unghie gli specchi
col rosario aduliamo i risorti;
ma restiamo a terra (tacciamo)
che l’oscenità si faccia ramo
d’ulivo certezza di un’altra nottata
spenta e senza – mattina
senza penitenza.

©Inedito

© Alma Spina

Alma Spina (Savona, 1991) vive e lavora a Genova. Dopo gli studi classici, intraprende un percorso teatrale che la porterà ad approfondire il teatro sperimentale dei maestri degli anni Sessanta e la performance contemporanea. Attualmente frequenta la magistrale in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Genova, dove ha modo di studiare la lingua e la poesia da un punto di vista tecnico e storico – con particolare riferimento al panorama genovese. Pubblica la sua prima silloge poetica a marzo del 2018 con Eretica Edizioni. I suoi testi appaiono su Parte del discorso, Neutopia e Poesia del Nostro Tempo. È vincitrice del premio di poesia “Anselmo Spiga”. Il suo interesse per la poesia è accademico e indisciplinato allo stesso tempo: ultimamente si sta affezionando in particolar modo alla poesia concreta – ad una struttura altra della lettera, del contenuto e dell’aspetto visivo della poesia stessa.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s